Rudy, tifoso arrabbiato

di Elena Giodano              Mittente:             Rudy, tifoso arrabbiato              Destinatari:         Alessandro Ball...

di Elena Giodano

             Mittente:            
Rudy, tifoso arrabbiato

             Destinatari:        
Alessandro Ballan
Danilo Di Luca
Alex Schwazer


Da dove iniziare?

Ecco, non so da dove iniziare. Un mito che crolla, un palazzo che si sbriciola, una valanga che trascina tutto a valle. Cosa avete in comune, voi tre sportivi? Un tempo la dedizione alla professione, la fatica negli allenamenti, il corpo teso per la massima prestazione. Ora: una palata di fango che arriva a sommergere tutto. La causa? Il doping. Che si tratti di squalifiche per qualche anno, o di radiazione, il vostro destino è segnato. E quanto male fa…
Rappresento tutti gli amanti dello sport nel dire che le vostre imprese ci hanno fatto sussultare il cuore. Ora lo stesso cuore soffre, perché avete scelto la via più semplice, quella in discesa, per raggiungere premi e medaglie. Eppure, dovreste saperlo bene, Di Luca e Ballan, proprio la discesa è la parte più pericolosa del tracciato! Quella in cui se imposti male la curva sei fregato, morto, non metaforicamente.
Così eccoci qua, con tanta amarezza e una domanda. Perché? Perché, Alex, non hai mollato prima di farti travolgere dal “devi per forza allenarti e vincere ancora?”. Lo sport non è sempre la metafora della vita: non tutti possono vincere. I migliori – dentro – non sempre salgono sul podio.
Noi ragazzi non sappiamo bene cosa sarà del nostro futuro. Ho però l’idea che il vostro esempio sia il giusto ceffone che ci farà rigare dritto. Uno, infatti, potrebbe pensare: «Faccio come loro, mi ‘dopo’ – mentalmente, fisicamente, frego tutti, ne approfitto – e divento più forte, bello e famoso». Poi però il ragionamento dovrebbe continuare: «Certo, faccio come loro… e alla fine cosa mi resta? Niente, umiliazione e vergogna».
Di una cosa vi do atto: nessuno è perfetto. Tutti possono sbagliare, e la paura di non essere al top può davvero condurre ad azioni scellerate. Facciamo così: voi ci dimostrate che lo sport è, nonostante tutto, pulito, e noi cerchiamo di tenere, della vostra esperienza, solo i ricordi belli.
Ps dedicato ad Alex: c’è un tempo per piangere e uno per rinascere. Il tempo per commiserarsi è finito.

Per discutere insieme:

Nella vita hai sempre due possibilità: la strada in salita e quella in discesa. Pensaci 30 secondi: quante volte hai preferito svicolare, piuttosto che assumerti le tue responsabilità?


Ci sono personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che adoriamo come fossero divinità greche. Quando ci deludono, la loro caduta dall’Olimpo è talmente rumorosa che trema tutto il pianeta. Le star finiscono nel dimenticatoio, seguite da insulti e ingiurie. Anche questo fa male. Nessuno più è disposto a perdonare?
Reazioni: 

Related

dChat 6212996370932151224

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item