10 segni inequivocabili che non hai l’X-Factor

10 segni inequivocabili che non hai l’X-Factor I dati parlano chiaro: gli Italiani in attesa di giudizio , ormai, sono milioni. E...

10 segni
inequivocabili
che non hai
l’X-Factor
I dati parlano chiaro: gli Italiani in attesa di giudizio, ormai, sono milioni. E il problema, purtroppo, si sta aggravando. Perché ai detenuti, vittime di un una giustizia malata, bloccata da ritardi geologici che alimentano la vergognosa piaga del sovraffollamento carcerario, negli ultimi anni si sono aggiunte interminabili schiere di Italiani a piede libero, ma col divano totalmente occupato.
Intere famiglie incollate al televisore, in attesa che i giudici prendano una decisione: e ci dicano, specchio delle nostre brame, chi ha più X Factor di tutto il reame. È l’audience crescente dei talent show a sfondo musicale. Siamo sedotti dai mirabolanti funambolismi della nuove voci, ma ancor più dalla curiosità di assistere all’inedito trionfo del migliore in un paese di Amici e raccomandati dove chi ha dei numeri non è mai il numero uno.
In attesa di giudizio, naturalmente, sono anche e prima di tutto loro, i concorrenti: che nei talent, a seconda dell’età, vedono una sorta di idillico ufficio di collocamento per giovani artisti, o un’àncora di salvezza per carriere a rischio naufragio. Riconoscerli è facile: prima dell’esibizione canticchiano l’apotropaico “non dire no” di Battisti e poi, citando gli 883, se ne stanno “chiusi in una stanza, pregando per un sì”. Anzi, per almeno tre: dato che i giudici sono quattro e un solo sì, per il successo, non basta.
E quando la performance non li convince e, in barba alle preghiere, arriva il temutissimo no? Per alcuni è una catastrofe, la fine di tutto: con la sola sciagurata eccezione di Porta a Porta, che invece continua.
Altri, psicologicamente più forti, non si rassegnano e promettono di ripresentarsi all’edizione successiva.
E chi non vuole aspettare un anno, per sapere se ha l’X Factor, e preferisce sentire subito un secondo parere? No problem: per verificare, può rivolgersi a qualsiasi struttura ospedaliera e farsi una bella Tac.
Se sperate che i giudici siano fan di Zucchero e prima di sedersi al tavolo ripetano in coro “stasera voglio stare acceso e dire sempre di sì!”, ecco dieci segni inequivocabili che non avete l’X Factor:

Dopo la tua esibizione, Mika commenta: “Hai sssspacato... le balle!”
Canti un pezzo di Grignani. E sei perfettamente sobrio.
Visto che ti trovi di fronte quattro giudici, ti sei portato un avvocato.
Invece della carta d’identità, dopo l’audizione gli addetti ti chiedono il numero di microchip.
È la terza volta che ci provi: questa volta, come pubblico.
Mentre canti, ti squilla il cellulare che hai in tasca.
Quando sei sul palco, usi entrambi le mani: con una tieni il microfono, con l’altra scatti selfie.
Appena arriva l’applauso, ti tuffi dal palco,
     convinto che il pubblico ti sostenga.
Guardi tua moglie e ringrazi il cielo di averla
     incontrata: l’unico sì che hai ricevuto è stato
     quello sull’altare.

Nella speranza di ingraziarti i giudici, ti presenti vestito da suora.
Reazioni: 

Related

dSmile 656843916581223566

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item