d planet

dPlanet di Francesca Binfarè ___ _ _________________________________________________________ Abiti per trovare  lavoro Si chiama ...

dPlanet

di Francesca Binfarè ___

__________________________________________________________


Abiti per trovare lavoro
Si chiama Suited for Work ed è un’associazione filantropica di New York. Il suo impegno? Particolare e lodevole: procurare gratuitamente abiti adeguati per affrontare un colloquio di lavoro a chi è disoccupato, homeless o non può permettersi un vestito adatto alla situazione.
L’iniziativa si rivolge agli uomini e li aiuta a sentirsi più a loro agio mentre cercano riscatto o una seconda possibilità: l’abito aiuta a dare una buona prima impressione. Tutto questo è possibile non solo grazie a una squadra di volontari ma anche ad accordi con sartorie e noti marchi della moda.
Una bella iniziativa per ridare fiducia a chi l’ha persa.


_____________________________________________________________
ShoeAdvisor,
il social network delle scarpe
Valeria Re è la creatrice di www.shoeadvisor.net, il social network delle scarpe. Basta registrarsi sul sito per fotografare le proprie scarpe preferite e condividerle con la community – e fin qui sarebbe solo uno sfizio.
La parte interessante del progetto è che le utenti (in prevalenza ShoeAdvisor è frequentato da ragazze, ma qualche ragazzo c’è) possono scambiarsi consigli e commenti su quanto quel modello sia comodo o quanto questo paio sia troppo caro. In pratica, le scarpe vengono recensite da chi le ha comprate e usate, e alla fine le consiglia o meno. Semplicemente, in maniera più frivola, Shoe-Advisor può essere il luogo giusto per mettere in mostra gli ultimi acquisti.


_____________________________________________________________
Arriva l’università del flamenco
Diciamo flamenco e pensiamo alla Spagna: questa è la musica e la danza che la identificano nel mondo. Dove poteva sorgere un’istituzione dedicata all’insegnamento di quest’arte? Al centro di Madrid, naturalmente. La città ha recentemente accolto la prima università del flamenco, una scuola che vuole formare nuovi artisti, ballerini e musicisti specializzati in questa tradizione profondamente spagnola. Uflamenco, così si chiama, vede tra i promotori alcuni tra i più grandi chitarristi e performer del flamenco, che vogliono coinvolgere in questo percorso formativo studenti di tutto il mondo.
www.uflamenco.com


____________________________________________________________
Pensiamo alle api
Un mondo senza api sarebbe impossibile. Eppure, quando le vediamo volare non pensiamo a quanto sia importante il lavoro che svolgono: l’impollinazione. La sparizione di questi preziosi insetti potrebbe avere conseguenze gravissime sull’ambiente, sulla catena alimentare e di conseguenza sulla vita dell’uomo. L’Ong Plan Bee (bee sta per ape in inglese) vuole fare del Cile, il Paese in cui ha sede, una “casa” accogliente per le api.
I dati riportati sul sito dell’associazione non sono tranquillizzanti: ogni anno il 35% delle api del mondo muore. L’impegno dell’Ong si concentra nello studio delle cause di questa sparizione, nella diffusione dell’informazione sul problema e nella ricerca di un percorso di sostenibilità che garantisca la sopravvivenza delle api.
www.ongplanbee.com


___________________________________________________________________________
Vediamo rosso e ci fa bene
In tempi di crisi si dice che le donne scelgano il rossetto di colore rosso come “compensazione” di fronte a una realtà complicata. Una ricerca inglese è andata oltre: i risultati dimostrano che vestirsi di rosso porta a sorridere di più. Non solo: il rosso influenza anche chi lo guarda, non solamente chi lo indossa.
A quanto pare osservare questo colore fa salire i livelli degli ormoni legati al buonumore, come la dopamina e l’ossitocina, e le pupille si dilatano. I risultati dicono anche che la nostra mente diventa più ricettiva. A questo punto, sarà il caso di dare un’occhiata nei nostri armadi e diventare tutte signore (e signori, per quanto possibile) in rosso.


____________________________________________________________
Una sorpresa da Mozart

Ebbene sì, il tempo ci ha regalato una sorpresa da parte di Mozart: in Ungheria è stato trovato un suo prezioso manoscritto che si pensava fosse perso da 200 anni. Si tratta dell’originale di una delle sue opere più note, la Sonata per pianoforte numero 11 in la maggiore K331 (famoso è il terzo movimento, il rondò alla turca), che è stato scovato nel magazzino di una biblioteca di Budapest. La morale: controllare sempre le vecchie carte prima di buttarle via!
Reazioni: 

Related

dPlanet 2240834080792188057

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item