The Beatles

di Elena Giordano The Beatles Carta d’identità Paese:   Gran Bretagna Anno di nascita e morte del gruppo:   1960 – 1970 Prof...

di Elena Giordano
The Beatles

Carta d’identità

Paese: Gran Bretagna

Anno di nascita e morte del gruppo: 1960 – 1970

Professione: musicisti compositori



 I fatti

Ci troviamo a Liverpool: l’amicizia tra due amici appassionati di musica si trasforma, in poco tempo – siamo alla fine degli anni Cinquanta – in una macchina da guerra.

Quattro ragazzi - John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr – diventano un gruppo musicale capace di macinare successi planetari, di scrivere canzoni immortali come Let it be, Yesterday, Love me do, Yellow submarine; di creare un genere musicale (beat). Nessun frontman, solo quattro musicisti capaci di prendere insieme le decisioni. Poi la contaminazione con il mondo indiano, lo scioglimento, e – nel 1980 – la morte di John Lennon, che nel frattempo aveva scelto di votarsi alla causa della pace.



Cosa ci dicono  i Beatles?

Che la vita non è come la vivi. Nel senso che le aspirazioni e le passioni che ti porti dentro, sin da quando sei un bimbo, non devono per forza essere accantonate. Che un pizzico di genialità è presente in ogni persona: sta al singolo non soffocarla e farla emergere.

L’unione fa davvero la forza, non è un proverbio. I “Fab Four” erano, appunto, quattro ragazzi favolosi. Certo Paul McCartney era il più ammirato dalle ragazze, ma musicalmente parlando il gruppo viveva dell’arte combinata di ogni suo componente. Le diverse personalità sono riuscite a convivere e a rimanere per diverso tempo coese, anche in tempi di fortissimi cambiamenti sociali.

Immaginate di vivere al tempo della serie tv Mad Men: ragazzi tutti ben lavati e stirati, ordinati, nessuna stravaganza. Inizialmente i Beatles inventano uno stile che verrà copiato dappertutto, anche in Italia (il famoso “caschetto”), poi gli anni Settanta iniziano a ruggire, con la loro carica di rottura… e inevitabilmente i ragazzi di Liverpool lo percepiscono, tutto si fa più psichedelico, e arrivano le barbe e un look più scapigliato. Se fossero stati dei surfisti, avrebbero sempre cavalcato l’onda.

A “causa” dei Beatles, i giovani di tutto il mondo si sono ritrovati a fare cose al tempo considerate quasi assurde: anche nel nostro Paese, l’arrivo dei quattro ragazzi ha generato scene di isteria da parte di una “gioventù” che stava iniziando a “fermentare”, come il vino buono. Perché i Beatles ci mostrano che anche la musica può costituire la scintilla per avviare rivoluzioni pacifiche. Per evolvere, staccarsi dalle generazioni precedenti e prendere consapevolezza della propria.
Reazioni: 

Related

dPeople 4519797514600820977

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item