d words

Affettività Definizione Complesso dei sentimenti e delle emozioni  di un individuo. (Dizionario Hoepli) «Sono affetto da...

Affettività

Definizione

Complesso dei sentimenti

e delle emozioni

 di un individuo.

(Dizionario Hoepli)

«Sono affetto da… una patologia». Ecco il primo “mondo di significati” dell’affettività, che presuppone che qualcosa ci cada addosso e noi non riusciamo a scansarla, tra l’altro senza la possibilità di riuscire a liberarcene.
“Affettività”, però, ha anche un significato allargato, quello di un abbraccio quasi sconfinato tra persone che si vogliono bene. È quell’insieme di azioni, pensieri, comportamenti che si pongono in essere quando ci si relaziona con una persona diversa da noi. Stiamo parlando di un
sentimento positivo che comporta, appunto, una “relazione”, ossia andare verso l’altro.
L’affettività non è l’innamoramento, che arriva come un torrente in piena e travolge tutto quello che trova sul suo cammino. È più un fiume che scorre placido e che ingloba dolcemente. L’affetto che si prova verso questa persona speciale – o queste persone, nelle relazioni di amicizia e famigliari – ci induce a volerci prendere cura dell’altro, a volerlo proteggere, rassicurare. Vogliamo passare del tempo insieme, che sia di qualità. Si tratta di amore? Forse, ma non solo. L’affettività, compresa e ben gestita all’interno del cuore, ci rende amici speciali fidati, figli e fratelli attenti e premurosi.
Tutto semplice, allora? Non proprio. In questi tempi, sempre più spesso – specie per i giovani – l’affettività lascia il posto al suo contrario, anche nei dialoghi di strada e nei commenti tra amici. La frase: «Quello lì è proprio anaffettivo», indica che una persona non è in grado di comprendere, amare, abbracciare, farsi carico. Insomma, vive apaticamente. Magari preferendo i contatti mediati dalla tecnologia, che non prevedono un pieno coinvolgimento, ma surrogati di sentimenti. Ogni meraviglia della nostra vita, purtroppo, ha sempre un suo contraltare negativo: importante è far sì che the dark side of the moon non prevalga.

I maestri

I primi “portatori sani” di affettività sono i genitori. Specie la madre, che trasmette, sin dalla gravidanza, un qualcosa di intangibile e “caldo” che si trasforma nel primo legame saldo ed esempio concreto di accudimento e di “ci tengo a te e ti proteggo”.
In età giovanile, l’affettività esplode e il carico emotivo delle amicizie è in grado di sorreggere anche i pesi più faticosi. Ogni ragazzo diventa un perfetto “trasportatore di sentimenti”, a patto che non si faccia irretire dalla poltrona, o dal computer, o dalla voglia di rimanere per conto proprio, senza farsi coinvolgere – il che significa potenzialmente rischiare di soffrire – dagli altri.
Anche la sofferenza (che fa appunto parte del pacchetto “prendersi cura”) è un’esperienza della vita che non si può accantonare per sempre ma, anzi, va accolta e compresa.
Reazioni: 

Related

dWords 154816967539184123

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item