La porta, la via, la verità e la vita

dheaven di Domenico Sigalini La porta, la via, la verità e la vita C’è qualcosa di indefinibile, di misterioso che accomuna tutt...

dheaven

di Domenico Sigalini

La porta, la via, la verità e la vita
C’è qualcosa di indefinibile, di misterioso che accomuna tutti gli uomini, ricchi e poveri, bianchi e neri, giovani, anziani, religiosi e no: la vita.
È l’insieme delle cose che desideriamo e di tutte quelle che le rendono possibili. Delle promesse affascinanti di cui ci sentiamo destinatari, ma anche di tutte le incognite oscure che temiamo. Vivere è un mestiere rischioso, ma è un bene. E questo bene ci è donato da Dio.
Proprio perché è un bene molti tentano di privarcene. Ci sono “ladri che vengono per rubare, uccidere e distruggere”, dice il Vangelo. Ruba, uccide e distrugge la vita chi inquina l’aria che respiriamo, toglie il futuro alle giovani generazioni, spegne i sogni dell’amore nel vizio, vende il povero per un paio di sandali, scandalizza i piccoli, tratta ogni vita, anche di chi ha appena iniziato ad affacciarsi all’esistenza, come merce da vendere e comprare, su cui fare esperimenti e costruire carriere.
È un ladro chi fabbrica armi e progetta guerre, che non protegge la vita o non la cura sul posto di lavoro, chi la distrugge a sé o agli altri sulla strada.
Ma ruba, uccide e distrugge la vita anche chi ti avvelena l’anima, spegne nel cuore la bontà con l’odio, la purezza del cuore con le subdole mercificazioni di ogni sentimento.
È importante però che vediamo anche quanta dedizione alla vita ci circonda. I genitori che la donano e curano con generosità e delicatezza, le persone che fanno da scudo al debole, gli educatori che offrono ragioni di vita, gli sposi che la progettano come pienezza del loro amore, le guide spirituali che ne curano il senso, le solidarietà sul lavoro che ne difendono la qualità, gli sforzi che la comunità umana compie per proteggerla…
Il mondo è la grande casa della vita in cui tutti siamo stati accolti. E c’è una porta per questa grande casa che decide chi è ladro o chi è dono: questa porta è Gesù. “Sono venuto perché abbiamo la vita e l’abbiamo oltre ogni misura”.
Hanno tentato di distruggerlo, ma non ci sono riusciti. L’annuncio di Pietro in quel giorno di Pentecoste deve risuonare ancora nelle nostre stanche vite, sulle nostre fabbriche di pietre tombali, sui nostri “ormai”, sui nostri “speravamo”, su tutti i nostri verbi all’imperfetto.
“Sappiano tutti con certezza che Dio ha costituito Signore quel Gesù che avete crocifisso”. Noi sappiamo che le ragioni di vita e di speranza non sono mai archiviabili, non esistono in biblioteca non le puoi trovare neanche su Internet; te le devi sempre costruire, cercare, attendere, invocare. È Gesù che ce le offre. “Che dobbiamo fare?”, dicevano gli ebrei a Pietro.

Cambiamo la direzione dei nostri passi e rivolgiamoli verso Gesù.
Reazioni: 

Related

dHeaven 5001098369886939928

Posta un commento

emo-but-icon

Sfogliabile

Nuvolette nel cielo azzurro video

Abbonamenti

DIMENSIONI NUOVE

"È la rivista mitica, se così la possiamo definire, che l'editoria cattolica italiana dedica al mondo giovanile da sempre".

Newsletter

Iscriviti a Dimensioni Nuove
Email:

Recenti

Abbonamenti

Commenti

Facebook

Links

item